Un minuto di mindfulness al giorno, più volte al giorno. Non richiede troppo tempo e impegno, eppure potreste trarne grandi benefici.

 

Siete sempre di corsa, stressati, non trovate mai il tempo per sedervi sul cuscino a meditare.

 

A volte meditare per dieci minuti, altre poco meno o poco più, ma meditare in maniera continuativa non è semplice. Anche perché non serve solo tempo, ci vuole molta disciplina.

 

Bisogna meditare anche quando non si ha voglia, non si sta bene e il tempo bisogna trovarlo, crearlo.

 

La pratica STOP può esservi d’aiuto.

 

UN MINUTO DI MINDFULNESS AL GIORNO, PIU’ VOLTE AL GIORNO

 

Questa è una pratica che potete inserire in ogni momento della giornata. Non serve sedersi su un cuscino, sdraiarsi o camminare. Potete praticare anche in auto al semaforo quando diventa rosso oppure sui mezzi pubblici, alla fermata del tram, in bagno, in ufficio, ovunque.

 

La pratica è semplice. Basta fermarsi per un minuto.

 

FERMATI:

fai una pausa e lascia quello che stai facendo, apri uno spazio di consapevolezza. Puoi anche tenere gli occhi aperti.

 

FAI UN RESPIRO:

porta l’attenzione al respiro, all’aria che entra ed esce dal naso in modo naturale. Concentrati a livello dell’addome, del petto o delle narici, dove preferisci oppure semplicemente tieni la tua consapevolezza sul flusso continuo del respiro, così com’è.

 

OSSERVA:

apri la tua consapevolezza e osserva come ti senti fisicamente ed emotivamente. Prendi coscienza del contesto intorno a te. Non giudicare, non aggrapparti a nessun pensiero in particolare. Sei uno spettatore al cospetto della tua mente, del tuo corpo, delle tue emozioni.

 

 

PROCEDI:

riprendi l’attività che stavi svolgendo cercando di mantenere ben saldo questo stato di consapevolezza, ricordandoti che puoi ripeterlo più volte durante la giornata, proprio per monitorare come ti senti e riequilibrare corpo e mente.

 

Tutto chiaro? Vi va di provare?

 

 

Di Dejanira Bada

 

Share article