Tempo fa per motivi di salute non ho potuto praticare yoga per più di un mese. Un mese senza yoga: ecco com’è cambiato il mio corpo.

 

Non poter praticare āsana ha irrigidito sia il mio corpo che la mia mente. È come se si fosse interrotto qualcosa.

 

Ho iniziato a sentirmi più nervosa e irrequieta, soprattutto depressa. Mi sentivo sempre stanca e la mattina mi alzavo con qualche acciacco.

 

Meditavo, ma quando il corpo non sta bene anche la mente ne risente.

 

Gli āsana nello yoga servono proprio per preparare il nostro corpo, e permettergli di stare più a lungo e comodamente a gambe incrociate seduto in meditazione.

 

IL CORPO

 

Il mio corpo è cambiato in questo mese. Ha perso tonicità, elasticità, resistenza, peso, massa muscolare, e ne ha risentito anche il mio umore.

 

Avevo già capito quanto fosse importante la pratica ma mai come in questo periodo ho colto l’importanza dello yoga. Ed è proprio vero che quando entra a far parte della nostra vita non se ne può fare più a meno.

 

Ora ho ripreso a praticare e mi sento molto bene. Per me è anche molto più facile stare seduta più tempo in meditazione.

 

Di solito non pratico mai per tante ore tutti i giorni. Mi è possibile praticare per almeno un’ora o due soltanto un paio di volte a settimana, ma quelli che mi sono mancati di più e che si sono rivelati fondamentali, sono quei venti minuti al giorno di āsana molto semplici, che di solito pratico in tarda serata.

 

Bastano davvero pochi āsana tutti i giorni per godere subito dei benefici.

 

Un mese senza yoga: ecco com’è cambiato il mio corpo.

 

Per esempio, non poter praticare Padahastasana tutti i giorni mi ha arrecato molta sofferenza. La mia schiena era contratta, dolorante, tesa, per non parlare dei miei ischiocrurali.

 

Non ero più la stessa, e non solo fisicamente. Perché la distensione muscolare permette di essere molto più aperti e disponibili nei confronti del mondo e di se stessi.

 

Se allunghiamo i nostri muscoli, anche il respiro si fa subito più ampio e tranquillo, e ci sentiamo più sereni. La flessibilità del corpo corrisponde a quella mentale.

 

Senza lo yoga avviene un grande cambiamento, o meglio, un peggioramento. Una volta che si scoprono i beneficia dello yoga non se ne può più fare a meno.

 

Diventa una specie di dipendenza, ma una dipendenza sana e fondamentale per il benessere del nostro corpo e della nostra mente.

 

Quando si scopre lo yoga non si torna indietro. E credo che sia proprio questo il segreto del suo successo.

 

La diffusione dello yoga non è una moda passeggera. Quando una persona lo scopre se ne innamora e diventa parte integrande della propria esistenza.

 

Ovviamente quando parlo di yoga parlo soprattutto di meditazione, non soltanto della parte fisica. Le due cose non si possono scindere, altrimenti non stiamo parlando di yoga ma di altro.

 

 

 

Di: Dejanira Bada

 

 

 

Share article

Leave a comment