17 Dic 2020

Yoga e kleśa. Cosa ci insegna lo yoga sul come rimuovere la sofferenza

  "La mente è l'artefice principale della nostra felicità e della nostra sofferenza. E questa è una buona notizia perché possiamo trasformarla."     Un giorno ho riconosciuto in me l'emozione della rabbia.   Noi non siamo la nostra rabbia, è bene capirlo.   Ho riconosciuto la rabbia, l'ho sentita crescere, e mi sono accorta che stava aumentando da molto tempo.   In preda a questa rabbia scrissi un articolo che è diventato virale nel

9 Ott 2020

Mindful Writing: scrivere con consapevolezza

  Mindful Writing: scrivere con consapevolezza per imparare a conoscersi.   Scrivere è già di per sé un’esperienza meditativa.     Quando si scrive si è concentrati, presenti, si osservano i propri pensieri ed emozioni, e si cerca di imprimerli sulla carta.     Scrivere è anche una valvola di sfogo, un metodo per scoprirsi, per conoscersi, per tirare fuori quello che si prova nel profondo, per familiarizzare con i propri sentimenti.     Il

24 Lug 2020

Se James Joyce si fosse messo a fare meditazione non avrebbe scritto l’“Ulisse”. Ipotesi sui rapporti tra creatività, mindfulness, disciplina mentale

Di: Dejanira Bada   L’Ulisse di James Joyce è una scalata, non una lettura. Molti sono riusciti ad arrivare alla fine, altri lo hanno trovato impossibile e hanno letto degli estratti o l’hanno sfogliato. Però tutti lo conoscono. È una pietra miliare della letteratura, uno di quei classici che ha fatto la storia.   E un giorno, al termine di una pratica di meditazione, è arrivato un pensiero nella mia mente: se James Joyce fosse