10 Gen 2020

Oggi a Kurt Cobain non darebbero un palco. Nell’epoca dell’ossessione salutista non c’è più spazio per l’arista maledetto

  Di: Dejanira Bada   Penso che oggi anche a uno come Kurt Cobain, e a tanti come lui, sarebbe negato il diritto di esprimersi. Pure ai suoi tempi c'era chi lo criticava e gridava allo scandalo a causa dei suoi testi, quando cantava "Dio è gay" e "Stuprami, stuprami amico mio".    Ma nonostante questo non si è mai arrivati alla censura.    I tempi cambiano, tutto cambia, è un continuo divenire. È l'impermanenza,