Non dobbiamo sorridere sempre14 Lug 2021

Non dobbiamo sorridere sempre

  Certi giorni ricordiamoci che non dobbiamo sorridere sempre.   So che la nostra società sembra imporlo. Si mettono foto sui social in cui si è sempre sorridenti, felici, belli, quasi perfetti.   Eppure quella che vediamo sui social spesso non è la vita vera. Molti nascondono un grande disagio e tanta tristezza dietro ai sorrisi.   Succede anche con persone a noi vicine, con amici, familiari, parenti. Li incontriamo, ci dicono che stanno bene,

Ogni tanto cambiate strada8 Dic 2020

Ogni tanto cambiate strada

  Quando tornate a casa dal lavoro, che siate a piedi, in auto o in bici, ogni tanto cambiate strada?   Avete mai provato a imboccare una via diversa che magari non conoscevate e che non avevate mai intrapreso prima?   Durante il lockdown facevo molti giri con il cane intorno all'isolato, ma ogni tanto, invece di andare a destra andavo a sinistra, invece di fare la solita strada prendevo una nuova via.   Nonostante

3 Set 2020

Contro l’empatia: essere premurosi non fa sempre bene

Di: Dejanira Bada   Paul Bloom, professore di psicologia alla Yale University, ha scritto un libro che s’intitola Contro l’empatia, una difesa della razionalità.   Nonostante il titolo, Bloom afferma che essere contro l’empatia, oggi, è come essere contro i gattini, una cosa folle, strana, stravagante, che non può essere presa sul serio. Eppure, nel suo saggio ci spiega bene perché l’empatia rischia di essere una capacità dannosa e non sempre salutare.   Non invita

15 Lug 2020

Mettiamo a dieta anche la mente, non solo il corpo

Di: Dejanira Bada   Viviamo tutto l’anno costringendo il nostro corpo a diete ferree, soprattutto in vista dell’estate. Ci alleniamo per cercare di dimagrire, per rimetterci in forma. Mangiamo meno, seguiamo i consigli di un’infinità di nutrizionisti, dietologi, guru della salute e via dicendo. Eppure non pensiamo mai a mettere a dieta anche la nostra mente.   Nel libro La meditazione come cura del famoso Daniel Goleman (autore di Intelligenza emotiva) e di Richard J.