Maria Beatrice Toro -psicologa, psicoterapeuta e istruttrice mindfulness di Roma- ha intervistato Dejanira sulla pagina del Secondo Centro di Terapia Cognitivo Interpersonale, in occasione dell’uscita del suo nuovo libro “Il pensiero tibetano – comprendere la via buddhista alla pace della mente”, Giunti Editore.

 

“Dejanira Bada ci racconta il pensiero tibetano alla luce della sua esperienza di inseguimento dell’elefante, ovvero la mente, che a volte è pesante e piena di pensieri ma come un elefante è qualcosa che ha un enorme potenziale

“Ci sono molti tipi di meditazione, con risvolti diversi; la prima domanda da farsi è senz’altro cosa si stia cercando, quale sia la motivazione che spinge a meditare. Oggi sappiamo che si può scegliere di farlo anche soltanto per trovare un po’ di equilibrio in un mondo complesso e pieno di contraddizioni come quello in cui ci troviamo a vivere. Stando agli studi e alle ricerche svolte negli ultimi trent’anni i percorsi di meditazione mindfulness per la riduzione dello stress sono realmente efficaci; è stato osservato un beneficio per diverse condizione psicofisiche, con un aumento significativo della qualità della vita.”

(Maria Beatrice Toro)

 

“Dopo innumerevoli pellegrinaggi, anni di studio, di ricerca, di pratica, sto ancora rincorrendo l’elefante. Ma certi giorni riesco a raggiungere un diffuso senso di pace e la mente mi appare come un limpido cielo: allora mi sembra di non aver bisogno di altro”

(Dejanira Bada)

 

Guarda qui l’intervista:

https://www.facebook.com/SecondoCentroDiTerapiaCognitivoInterpersonale/videos/1049465135836816

 

Buona visione!

Share article