L’altra sera ho partecipato a un incontro live con Jon Kabat-Zinn, il fondatore della mindfulness, e mi ha colpito molto che Jon, durante il suo discorso, abbia detto al suo pubblico di essere grato per l’incontro, e che se eravamo lì voleva dire che, nonostante tutto, non avevamo rifiutato la vita, quella stessa vita che magari più e più volte avevamo pensato di mollare in passato, per paura di non farcela.

 

Alla fine eravamo lì, con lui, in quel momento, per prenderci cura di noi stessi, per vivere davvero, risvegliati.

 

Nel suo discorso ha poi citato il poeta David Whyte e la sua poesia “Basta”, che vorrei proporvi qui, senza altre inutili parole.

 

Buona lettura!

 

 

Basta così.
Queste poche parole bastano,
se non queste parole, questo respiro.
Se non questo respiro questo starmene qui seduto.
Questa apertura alla vita
che abbiamo rifiutato,
sempre e di nuovo.
Finora.
Finora.

 

 

Share article

Leave a comment