Sono un’istruttrice mindfulness, insegnante di yoga, scrittrice e giornalista, autrice di due romanzi e del saggio Il pensiero tibetano, Giunti Editore.

 

Vivo e lavoro a Milano e sono nata a Jesi (AN) il 13 gennaio 1984.

 

Mi sono avvicinata allo yoga e alla meditazione nel 2012 per imparare a prendere consapevolezza del corpo e dei processi cognitivi della mia mente. Per quattro anni ho praticato il metodo Sivananda dello Hatha yoga e per tre anni lo Yoga del respiro del maestro Rino Siniscalchi. Nel frattempo continuavo ad alimentare una mia grande passione sportiva, il pattinaggio su ghiaccio, scoperto all’età di undici anni.

Mi sono diplomata in Ginnastica dello yoga finalizzata alla salute e al fitness, 500 RYT, certificata a livello nazionale (CSEN) e internazionale (Yoga Alliance), presso Ananda Ashram di Milano.

Ho frequentato numerosi seminari, zenkai, ritiri di yoga, meditazione e mindfulness (alcuni dei quali in silenzio).

 

Tra cui quelli di Patrick Tomatis, Antonio Nuzzo, Dr. Bhole (fondatore dello Yoga Terapia), Thonla Sonam, Maestro Tetsugen; alcuni presso: lIstituto Lama Tzong Khapa, il Convento Villa Immacolata, il Monastero Zen Il Cerchio e in vari centri di yoga e meditazione.

Ho letto e studiato molti testi antichi dell’induismo e del buddhismo, e saggi sullo yoga di rinomati studiosi e ricercatori come Raffaele Torella, André Padoux, Lilian Silburn, Raniero Gnoli, Mark Singleton, e saggi sulla meditazione e la mindfulness, tra cui quelli di Jon Kabat-Zinn, Daniel Goleman, Dalai Lama, Thich Nhat Hanh. Quando ho acquisito un po’ di competenze, ho sentito emergere il desiderio di far conoscere anche agli altri queste pratiche che avevano profondamente migliorato la mia vita e ho deciso di consacrarmi alla meditazione oltre che alla scrittura.

Infatti, dopo la maturità sono andata a vivere qualche mese a Londra per migliorare l’inglese e una volta tornata ho intrapreso gli studi di filosofia, per poi, dal 2008, dedicarmi a tempo pieno al giornalismo.

Sono stata per più di dieci anni critica musicale e poi d’arte (pubblicista dal 2011, iscritta all’Ordine dei giornalisti della Lombardia).

Skills:

  • Dedizione
  • Fame di conoscenza
  • Filantropia
  • Capacità di ascolto
  • Senso dell'umorismo

Sono l’autrice del saggio Il pensiero tibetano, Giunti editore, e di due romanzi, Il silenzio di ieri, CTL Editore Livorno e Storia di un uomo vescica, Villaggio Maori Edizioni (vincitore di quattro premi letterari, con prefazione dello scrittore Andrea G. Pinketts).


Ho anche scritto un saggio-inchiesta  sullo yoga che vedrà la luce a breve (www.dejanirabada.com)

Ho scritto per molti siti e riviste tra cui: Mtvbrandnew.it, Artslife.com, Fitness Magazine, Trend, Zero 2, Il Giornale, Rockit.it, Il Giornale.it, Kritikaonline.com, Lisolachenoncera.it, IlGiornaledelloYoga.it, Yoga Magazine, Yoga Pills.

 

Ho condotto un programma radiofonico su Rock’n’Roll Radio e sono stata per sei anni direttore editoriale del sito di musica e intrattenimento Jaymag.it

Ho incontrato e intervistato tantissimi personaggi del mondo della musica, dell’arte e dello spettacolo, tra cui: David Lachapelle, Julian Schnabel, Brian May, Nicolai Lilin, Enrico Ruggeri, Margherita Buy, Stef Burns (chitarrista di Vasco Rossi), Paola Turci, Bluvertigo, Afterhours e molti altri, e ho recensito un’infinità di concerti tra cui quelli di: David Gilmour, Roger Waters, Björk, Pearl Jam, Radiohead, Guns N’ Roses, Iggy Pop, Rod Stewart, The Who, Beyonce, Bruce Springsteen, Oasis, Depeche Mode, AC/DC, Muse, Madonna, Metallica e tanti altri.

Dal 2016 ho iniziato a condurre diversi workshop e ho insegnato in un centro di psicologia medicina e salute e in alcuni centri yoga a Milano e a Vimodrone. Ho condotto le conferenze “Meditare: tra suono e silenzio”, “Meditazione: facciamo un po’ di chiarezza”, “Yoga e meditazione: per affrontare la paura della morte”. Ho tenuto un incontro gratuito di yoga in occasione della manifestazione “Notte dei Senza Dimora” presso Terre di Mezzo.

Da sempre grande viaggiatrice, ho fatto tesoro degli insegnamenti ricevuti dalle persone che ho incontrato lungo il mio cammino in Tibet, Nepal, India e in molti paesi dell’Africa e del Medio Oriente.

Nel 2019 ho scelto di specializzarmi nella mindfulness perché ho trovato nella consapevolezza il cammino che stavo cercando.

Sono diventata istruttrice certificata di Protocolli Mindfulness con l’istituto di Mindfulness Interpersonale (diretto dalla psicologa e psicoterapeuta Maria Beatrice Toro, che è anche direttrice del Secondo Centro di Terapia Cognitivo-Interpersonale di Roma), riconosciuto dallo UK Network for Mindfulness (BAMBA). Tra gli insegnanti del corso di formazione: Nicoletta Cinotti, Stefano Bettera, Carolina Traverso.

 

Nel 2020 ho frequentato un corso online di 8 settimane con Jon Kabat-Zinn -fondatore della mindfulness- in collaborazione con Sound True America di Tami Simon e MyLife, e nel 2021 una lezione di tre ore in diretta Zoom organizzata da Motus Mundi. La mindfulness ha basi scientifiche, non è qualcosa di new age che vi spingerà tra le braccia di santoni, guru o di qualche setta, e soprattutto non vi obbligherà a cambiare vita. Se l’intento della mindfulness fosse questo, non praticherei e soprattutto non insegnerei.

Purtroppo però c’è molta confusione nell’ambiente della meditazione e spesso si finisce per pensare che praticare voglia dire diventare estremisti del salutismo, adepti del pensiero positivo, che significhi aderire a qualche religione o strana via spirituale, e seguire regole distanti anni luce dal nostro stile di vita occidentale.

La mindfulness è un’attitudine che s’impara a coltivare attraverso pratiche laiche che hanno preso ispirazione da vari tipi di meditazione orientale. Insegna a vivere il momento presente, a essere consapevolmente nel mondo, e a trovare nuove strade per rispondere allo stress anziché reagire con i soliti automatismi.

 

Mi piacerebbe condurvi alla scoperta di pratiche meditative che potranno rivelarsi valide alleate durante i momenti difficili della vita, utili a liberarsi dai condizionamenti mentali. La mindfulness fa parte della mia vita quotidiana e così sarà sempre. Sarei felice di condividere parte del cammino con voi.

E ARRIVIAMO A OGGI

• Continuo a scrivere i miei libri, collaboro con Pangea.news, L’intellettuale dissidente, Yoga Journal (cartaceo), e sono l’autrice della rubrica Interna-Mente su Il Giornale OFF (Il Giornale)

 

• Conduco:

  1. Protocollo MBSR online sia di gruppo che individuale
  2. Protocollo MBSR in presenza in gruppo in via Vigevano 35, Milano
  3. Protocollo MBSR individuale in presenza presso lo studio privato in viale Ortles 54/A, Milano

 

• Insegno Mindful Yoga a domicilio, online, e propongo lezioni individuali nel mio studio privato. Su richiesta lezioni di gruppo nei centri yoga.

 Organizzo e conduco viaggi e ritiri di mindfulness e Mindful Yoga nel deserto e in Italia, anche grazie ai miei studi nel settore turistico. Siamo già stati in Giordania, Emirati Arabi e a breve andremo in Oman.

 

Sono la direttrice del progetto “Meditariato: meditazione e volontariato alla Casa dell’Accoglienza Enzo Jannacci” in collaborazione con il Comune di Milano, incontri gratuiti di mindfulness, meditazione, yoga e campane tibetane per gli ospiti della Casa. Dopo sei anni di volontariato presso AIAS Onlus con i disabili e dopo un’esperienza in Uganda con Soft Power Education (ente di beneficenza UK e ONG che lavora con le comunità ugandesi per migliorare la qualità della vita attraverso l’istruzione), ho scelto di mettere le mie competenze al servizio dei più fragili.

Sono la conduttrice del podcast Meditare è rock! per superare gli stereotipi del mondo della meditazione”, che potete ascoltare gratuitamente su spreaker.com.

 

• Ricevo nel mio studio privato in viale Ortles 54/A, Milano Sud, vicino alla Fondazione Prada, dove propongo in presenza le Proposte Mindful:

  1. Incontri di mindfulness individuali o Protocollo MBSR individuale
  2. Lezioni private di Mindful Yoga
  3. Lezioni di scrittura consapevole: Mindful Writing
  4. Incontri per imparare a mangiare con consapevolezza: Mindful Eating
  5. Massaggi sonori e bagni di suoni con Campane tibetane
  6. Meditazioni su brani di musica contemporanea: Meditare sulla musica

“C’è sempre da imparare, ma dopo aver acquisito qualche competenza, ho sentito la necessità di far conoscere la mindfulness perché penso possa essere utile a tutti per orientarsi in questa vita, che non è né bella né brutta, come scrisse Italo Svevo,  ma è originale.”

Dejanira Bada

SCRIVIMI SUBITO E PRENOTA IL TUO INCONTRO CONOSCITIVO GRATUITO!