Di: Dejanira Bada

 

Stavamo vivendo le nostre vite normalmente. Ci alzavamo la mattina, andavamo al lavoro, portavamo i bambini a scuola, tornavamo a casa, spesso stanchi e un po’ arrabbiati, cenavamo, guardavamo un film e andavamo a dormire. Poi è arrivato il virus. D’improvviso nulla è stato più come prima. Non dovevamo più andare al lavoro, non dovevamo portare i figli a scuola, addirittura non potevamo uscire da casa. È arrivato il virus e ci ha ricordato che il futuro è un’incognita, è qualcosa che non possiamo controllare. Ma questa condizione d’incertezza ci accompagna sempre. Noi tutti viviamo perennemente senza sapere cosa ne sarà di noi domani, tra un’ora, tra un minuto. Eppure facciamo progetti, programmi, viviamo. È che quando le cose si mettono male siamo costretti a ricordarci che non siamo immortali, e che in realtà il tempo è poco…

 

Continua a leggere la rubrica di Dejanira “Interna-Mente” su Il Giornale OFF

Share article

Leave a comment